Agricoltura, Industria, Commercio e Trasporti in Brasile

economia brasiliana2Agricoltura, Industria, Commercio e Trasporti in Brasile

I prodotti da piantagione sono la fonte principale del Paese per quanto riguarda il settore dell’agricoltura: arriva infatti dai distretti di São Paulo, Paraná, Espírito Santo e Minas Gerais la produzione di caffè (un quarto di quella totale mondiale) che per lo più è destinata ad essere esportata. Sempre il Brasile è uno dei principali produttori al mondo di canna da zucchero, da cui si ricava lo zucchero raffinato e l’alcol che viene utilizzato come combustibile. Altri tipi di coltivazioni di rilievo sono quelle oleaginose (che comprendono semi di lino, soia, ricino e palme da olio) e della frutta (ananas, banane, arance, noci di cocco,  Acerola, Cajù, Maracuja, Mango e Papaia). Praticamente in tutte le regioni brasiliane, ed in special modo in quelle dell’interno, si trovano gli allevamenti. I più numerosi sono quelli bovini, mentre sono più contenuti, anche se altrettanto diffusi, quelli di cavalli, suini e volatili da cortile.

Dalle lussureggianti foreste si ricava caucciù, piante medicinali, cera di carnauba, oli vegetali e resine, nonché vari tipi di legno da costruzione e legni pregiati (ad esempio il cedro, il palissandro e il pino del Paraná). Un altro settore molto importante per l’economia del Paese è la pesca (sardine, gamberi e aragoste), anche se esistono molte difficoltà a causa dei pochi capitali a disposizione e delle strutture per la conservazione poco adatte.

L’industria estrattiva è un’altra importante fonte per il Paese date le immense risorse minerarie, anche se il loro sfruttamento è sempre stato osteggiato, a partire dagli anni Settanta, dai pochi capitali a disposizione e dai sistemi di trasporto inadeguati. Il ferro è sicuramente la risorsa maggiore (secondo produttore al mondo) grazie ai giacimenti di Serra dos Carajá e Minas Gerais; Il Brasile è anche tra i più grandi produttori di stagno, berillio e cristalli di quarzo. Ci sono inoltre abbondanti riserve di manganese, gas naturale, rame, bauxite e mica, magnesio, titanio, zinco, grafite, platino e mercurio e la classica estrazione dei minerali preziosi come  l’oro, l’argento e i diamanti.

La lavorazione delle materie prime è la fonte principale su cui il Brasile fonda la sua attività industriale: molti sono gli stabilimenti alimentari e per la lavorazione del tabacco, della gomma e della carta. Lo stato con il più alto numero di industrie è São Paulo, e a seguire Rio de Janeiro, Minas Gerais, Rio Grande do Sul, Paranà e Santa Catarina. Anche l’industria automobilistica, quella chimica, tessile e la siderurgica sono molto sviluppate.

All’inizio degli anni Novanta i paesi che maggiormente importavano i prodotti dal Brasile erono gli Stati Uniti (era suo più di un quarto di tutto il valore dei prodotti esportati), la Germania, il Giappone, l'Italia, l'Argentina, la Francia, l'Olanda e la Gran Bretagna. Questo è un elenco dei maggiori prodotti esportati: caffè, zucchero, cacao, tabacco, minerali ferrosi, acciaio, componenti per l'industria dei trasporti, macchinari, calzature e tessili.

Le regioni costiere sono quelle che hanno le reti stradali e ferroviarie meglio sviluppate, ma ci sono collegamenti molto scarsi con le zone più interne del paese. Sono in programma un ampliamento delle reti stradali tra cui il completamento della Transamazzonica, una strada che si snoda per più di 5000 km tra la regione del Nordeste e il Perù. Un’altra importante via di comunicazione è quella offerta dalla rete fluviale interna, mentre lungo tutta la costa si trovano molti   che rappresentano un importante centro di commercio sia locale che internazionale. I più importanti sono Santos, Rio de Janeiro, Paranaguá, Recife e Vitoria. Per quanto riguarda il trasporto aereo il Brasile molto ben fornito:la Varig è la compagnia di bandiera ma si contano molte altre compagnie aeree come Tam, TrasBrasil e Vasp, tutte operanti a livello internazionale. Essendo un paese con un’estensione enorme, è provvisto di un gran numero di aeroporti proprio per poter garantire un buon collegamento con tutte le zone.

Voli economici per l'Inghilterra seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...